POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 03 dicembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

Scelti per voi

Il sistema della responsabilità da reato dell'ente


Vai allo shop Vai allo shop

26 Ottobre 2020

Il sistema della responsabilità da reato dell'ente

Disciplina e prassi applicative

di Alessandra Bassi, Fabrizio D' Arcangelo (€ 85,00; pagine XIV - 804)

A quasi venti anni dall’entrata in vigore del d.lgs. n. 231/2001, numerose sono le questioni ancora controverse sia in dottrina che in giurisprudenza: la natura della responsabilità dell’ente, il rapporto tra l’autonomia organizzativa riconosciuta agli enti e la necessità del rispetto di adeguati riferimenti normativi per l’adozione e l’efficace attuazione di idonei modelli organizzativi.

Il progressivo ampliamento nel novero dei reati-presupposto – con l’inserimento di alcune fattispecie colpose, dei reati tributari e, da ultimo, dell’abuso d’ufficio e dei delitti che ledono gli interessi finanziari dell’Unione Europea (con l’attuazione della direttiva PIF con d.lgs. n. 75/2020) – ha reso ancor più problematico l’accertamento della responsabilità ed il relativo inquadramento teorico.

Particolarmente impegnativa si è rivelata l’applicazione di questa disciplina in relazione a realtà societarie complesse, quali i gruppi societari o le imprese straniere o multinazionali.

Diversi e, in taluni casi, ancora irrisolti sono poi i nodi ermeneutici di natura processuale manifestatisi nell’esperienza applicativa, spesso legati a lacune dello stesso impianto normativo.

L’opera si propone, dunque, di fornire un inquadramento teorico del sistema della responsabilità degli enti derivante da reato, anche alla luce della giurisprudenza e delle prassi applicative, così da offrire al lettore uno sguardo completo sul diritto positivo e sul diritto vivente in materia.

 

Alessandra Bassi
Consigliere della Suprema Corte di Cassazione. È docente di diritto penale sostanziale e processuale presso le Scuole di Specializzazione per le Professioni Legali di alcune Università nonché presso la Scuola Superiore della Magistratura. È autrice di diverse monografie e pubblicazioni in materia di diritto penale, sostanziale e processuale. Dal 2018 è componente della Struttura della Formazione decentrata della Scuola Superiore della Magistratura presso la Corte di cassazione.

 

Fabrizio D’Arcangelo
Consigliere della Suprema Corte di cassazione e attualmente Assistente di studio in Corte Costituzionale. È docente di diritto penale sostanziale e processuale presso le Scuole di Specializzazione per le Professioni Legali di alcune Università nonché presso la Scuola Superiore della Magistratura. È autore di saggi e pubblicazioni in materia di diritto penale, sostanziale e processuale.