POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 22 agosto 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
Osservatorio Processo Telematico

PCT - prassi | 04 Febbraio 2019

Lo stato dell’arte del PCT nel periodo 2014-2017

di La Redazione

Il PST ha pubblicato i dati sullo stato dell’arte del Processo Civile Telematico relativi al periodo gennaio 2014 - dicembre 2017.

Il PST ha pubblicato i dati sullo stato dell’arte del Processo Civile Telematico relativi al periodo gennaio 2014 - dicembre 2017.

Nel dettaglio, nel periodo di riferimento il Portale dei Servizi Telematici ha ricevuto 24.034.841 depositi telematici da parte di avvocati e professionisti di cui 1.520.984 ricorsi per decreto ingiuntivo, 18.681.327 atti endo-procedimentali e 3.832.530 atti introduttivi e di costituzione.
Dal documento pubblicato si rileva che il numero dei depositi ha subito una continua crescita, che ha registrato il suo picco (+ 423%) dal 2014 al 2015.

Da un’analisi effettuata sui Pubblici elenchi gestiti dal Ministero della Giustizia emerge che i soggetti attivi iscritti al Registro Generale degli Indirizzi Elettronici sono 1.101.598 e che gli avvocati attivi iscritti risultano essere 254.021 (il 94% di questi con indirizzo PEC).

Inoltre, dalla statistica emerge che le comunicazioni telematiche effettuate da tutti i tribunali, Corte d’appello e Corte di Cassazione sono state 66.045.914, a cui è corrisposto un risparmio stimato di € 231.160.699.

Infine i Pagamenti Telematici sono stati 437.366 per un incasso totale di € 88.414.105

(Fonte: ilprocessotelematico.it)



Qui le statistiche del Ministero della Giustizia