POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 04 luglio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FAMIGLIA e SUCCESSIONI

Rapporti fra coniugi | 20 Aprile 2020

Convivenza ventennale non eccepita dalla moglie: matrimonio nullo

di La Redazione

Inutile il ricorso proposto dal Procuratore Generale della Cassazione. Per i magistrati di terzo grado va confermata la decisione con cui in Appello si è recepita la sentenza ecclesiastica che ha annullato un matrimonio concordatario. Decisivo il fatto che la donna non abbia sollevato l’eccezione relativa alla pluriennale convivenza. Allo stesso tempo si è appurato che l’incapacità consensiva dell’uomo era nota alla moglie.  

(Corte di Cassazione, sez. I Civile, sentenza n. 7925/20; depositata il 20 aprile)

Matrimonio nullo – non solo per la Chiesa ma anche per lo Stato – dopo venti anni vissuti sotto lo stesso tetto da marito e moglie. Fatale la mancata azione da parte della donna, che non ha sollevato l’eccezione relativa alla lunga...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.