POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 29 febbraio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FAMIGLIA e SUCCESSIONI

minori | 24 Dicembre 2019

Alienazione parentale: madre condannata al risarcimento per aver pregiudicato la relazione affettiva del figlio con il padre

di Alice Di Lallo - Avvocato

Il giudice di merito, prescindendo dalla validità o invalidità teorica della sindrome da Alienazione Parentale (Pas), è tenuto ad accertare in concreto la sussistenza di dette condotte alienanti, attraverso i mezzi di prova quali l’ascolto del minore, presunzioni, tenendo conto la rilevanza della capacità di un genitore di preservare la continuità della relazione del figlio con l’altro genitore.  

(Tribunale di Cosenza, sez. II Civile, decreto n. 549/19; depositato il 7 novembre)

Quanto sopra è stato affermato dai giudici di merito del Tribunale di Cosenza, a seguito di un ricorso ex art. 709-ter c.p.c., con pronuncia depositata in data 7 novembre 2019.   I fatti di causa. Il padre, asserendo che la madre...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.