POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 07 dicembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FAMIGLIA e SUCCESSIONI

assegno di mantenimento | 24 Ottobre 2019

Percorso di studi poco proficuo e scarsa propensione al lavoro: niente mantenimento ai figli

di Attilio Ievolella

Vittoria per un papà, che vede respinta la richiesta dalla moglie separata, cioè versare un contributo economico per i due figli. Per i Giudici sono evidenti le colpe dei due ragazzi: lui, 24 anni, ha abbandonato gli studi, mentre lei, 22 anni, è ancora iscritta alla scuola superiore, ed entrambi non hanno mai cercato un lavoro.  

(Tribunale di Verona, sez. I Civile, sentenza depositata il 26 settembre 2019)

Giovani, datevi da fare, e se siete lentissimi nel portare avanti il vostro percorso di studi, allora cercatevi subito un lavoro. Perché mamma e papà non sono eterni, ma se anche potessero vivere per sempre, non sarebbero comunque obbligati...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.