POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 13 novembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FAMIGLIA e SUCCESSIONI

filiazione | 09 Settembre 2019

Parto in anonimato: no alle generalità della madre defunta se possono essere coinvolti fratelli

di Katia Mascia - Avvocato Cassazionista

L’apprendere la propria origine adottiva in maniera del tutto casuale, senza la possibilità di ricostruire l’intera vicenda - chiedendo alla madre biologica, ormai defunta, le ragioni della sua scelta - rappresenta una notizia che apre conflitti emotivi e scenari traumatici e che può comportare gravi ricadute psicologiche.  

(Tribunale per i Minorenni di Genova, decreto depositato il 23 maggio 2019)

Non si può quindi avere accesso alle proprie origini se non si rinviene una soluzione che possa bilanciare i contrapposti interessi. In presenza di altre persone che non si sa se siano a conoscenza del fatto che la propria madre, in epoca antecedente...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.