POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 11 agosto 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
<p>
	CIVILE e PROCESSO</p>

Immigrazione | 13 Luglio 2020

Diniego della richiesta dello status di rifugiato: regole per il ricorso in Cassazione

di La Redazione

In caso di ricorso per cassazione in forza dell’art. 25-bis d.lgs. n. 25/2008, il ricorrente è tenuto ad allegare l’avvenuta comunicazione del decreto del giudice di merito (trattandosi di adempimento di cancelleria normativamente previsto che di regola deve ritenersi effettuato) producendo, a pena di improcedibilità, copia autentica del decreto stesso con la relazione di comunicazione, in attestazione di conformità alle ricevute PEC pervenute in via telematica dalla cancelleria.

(Corte di Cassazione, sez. I Civile, ordinanza n. 14839/20; depositata il 10 luglio)

Lo si legge nell’ordinanza n. 14839/20, depositata il 10 luglio, con cui la Corte di Cassazione si è pronunciata sull’impugnazione del decreto con cui il Tribunale di Roma aveva rigettato il ricorso avvero il provvedimento della...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.