POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 12 luglio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
<p>
	CIVILE e PROCESSO</p>

diritti reali | 27 Maggio 2020

La sentenza che accerta l’inesistenza della servitù non è utilizzabile come titolo esecutivo

di La Redazione

La sentenza che, accogliendo un’azione negatoria servitutis, si limita ad accertare l’inesistenza della servitù di passaggio non è utilizzabile come titolo esecutivo per richiedere al giudice dell’esecuzione l’individuazione delle misure atte a garantire la protezione da turbative o molestie, ove sul punto non si sia pronunciato, con statuizione di condanna, il giudice del merito ai sensi dell’art. 949 c.c., comma 2. Allo stesso modo, nel caso di accertamento della servitù ai sensi dell’art. 1079 c.c., non è possibile rivolgersi al giudice dell’esecuzione per far cessare eventuali impedimenti o turbative se l’adozione dei provvedimenti occorrenti non sia stata disposta dal giudice del merito.  

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 3, ordinanza n. 9637/20; depositata il 26 maggio)

Questo il principio stabilito dalla Cassazione con l’ordinanza n. 9637/20, depositata il 26 maggio.   I proprietari di un fondo servente ricorrevano ex art. 612 c.p.c. nei confronti di un hotel domandando l’esecuzione forzata...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.