POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 12 luglio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
<p>
	CIVILE e PROCESSO</p>

immigrazione | 24 Gennaio 2020

Genitori di minorenni stranieri: i precedenti penali non sempre ostano alla permanenza in Italia

di Eleonora Mattioli

Nel giudizio avente ad oggetto l’autorizzazione all’ingresso o alla permanenza in Italia del familiare del minorenne straniero, ai sensi del d.lgs. n. 286/1998, art. 31, comma 3, la sussistenza di comportamenti del familiare medesimo incompatibili con il suo soggiorno nel territorio nazionale, deve essere valutata in concreto, attraverso un esame complessivo della sua condotta. Ciò al fine di stabilire, ad esito di un attento bilanciamento, se le esigenze statuali connesse alla tutela dell’ordine pubblico e della sicurezza nazionale debbano prevalere su quelle derivanti da gravi motivi correlati allo sviluppo psicofisico del minore, cui la norma conferisce protezione in via primaria.  

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 1, ordinanza n. 1563/20; depositata il 23 gennaio)

E’ questo il principio fatto proprio dalla Corte di Cassazione con ordinanza n. 1563/20 depositata il 23 gennaio, accogliendo il ricorso di due cittadini marocchini avverso la decisione con cui, dapprima il Tribunale poi la Corte d’Appello,...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.