POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 21 novembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
<p>
	CIVILE e PROCESSO</p>

risarcimento danni | 27 Maggio 2011

Il figlio muore in un incidente stradale: il danno esistenziale va provato

Il danno non è mai automatico: sui genitori incombe l'onere di provare che il decesso dell'unico figlio ha sconvolto la loro vita, anche nelle relazioni con il mondo esterno.

Il pregiudizio esistenziale derivante dalla perdita di un congiunto consiste in fondamentali e radicali cambiamenti dello stile di vita e deve, in ogni caso, essere provato da chi intende chiederne il ristoro. È quanto afferma la Corte di Cassazione nella...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.