POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 12 luglio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

decreto coronavirus | 27 Maggio 2020

Il CNF sulla sicurezza negli studi legali

di La Redazione

Il Consiglio Nazionale Forense ha diffuso la scheda di approfondimento sull’adozione di protocolli di sicurezza negli studi legali durante il periodo di emergenza sanitaria da Covid-19.

La Commissione Diritto del lavoro del CNF ha realizzato una scheda di approfondimento in tema di sicurezza negli studi professionali.

In particolare, il d.l. n. 19/2020 ha previsto che, con uno o più decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, possano essere adottate una o più misure volte a contenere e contrastare i rischi sanitari derivanti dalla diffusione del virus Covid-19, tra le quali la limitazione o sospensione di attività d’impresa o professionali, nonché di lavoro autonomo, e la previsione che le attività consentite si svolgano previa assunzione da parte del titolare o del gestore di misure idonee a evitare assembramenti di persone, con obbligo di predisporre le condizioni per garantire la distanza di sicurezza interpersonale adeguata a prevenire o ridurre il rischio di contagio.
Ebbene, sulla base di tali disposizioni, sono stati emanati una serie di decreti, tra cui il d.P.C.M. 26 aprile 2020, che in ordine alle attività professionali ha stabilito che «…si raccomanda che: … c) siano assunti protocolli di sicurezza anti-contagio e, laddove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di un metro come principale misura di contenimento, con adozione di strumenti di protezione individuale; d) siano incentivate le operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro, anche utilizzando a tal fine forme di ammortizzatori sociali».
La scheda predisposta dalla Commissione del CNF, in collaborazione con l’Ufficio studi, si occupa proprio di ripercorre la disciplina intervenuta in merito durante la fase di emergenza, così da ricostruire i punti salienti utili all’adozione di protocolli di sicurezza in tutti gli studi professionali, tra cui quelli legali.

 

 

Clicca qui per consultare la sezione dedicata al decreto Coronavirus



Qui la scheda di approfondimento sull’adozione di protocolli di sicurezza negli studi legali del Consiglio Nazionale Forense