POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 26 maggio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

decreto coronavirus | 02 Aprile 2020

CNF, la delibera che sanziona gli avvocati che speculano sul dolore

di La Redazione

In seguito alla segnalazione pervenuta nei giorni scorsi dalla FNOMCEO, il CNF ha assunto una delibera con cui censura e condanna ogni tentativo di speculazione da parte di avvocati volto ad incoraggiare azioni giudiziarie nei confronti di medici e professionisti sanitari.

La Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri ha segnalato al Consiglio Nazionale Forense il comportamento di alcuni avvocati e studi legali che offrono prestazioni volte a incoraggiare azioni giudiziarie nei confronti dei medici e dei professionisti sanitari impegnati sul fronte dell’emergenza COVID-19.

 

La delibera del CNF. Preso atto della segnalazione, nella giornata di ieri il CNF si è riunito in una seduta straordinaria dove ha assunto una delibera che «censura e condanna con forza e convinzione ogni comportamento che in qualsiasi forma e modo integri grave violazione di principi etici condivisi, principi etici che informano e non possono non informare la professione di avvocato».
Il Consiglio, in qualità di istituzione di rappresentanza dell’intera avvocatura italiana, assicura alla FNOMCEO che procederà a vigilare attentamente su tutte le istituzioni forensi, sanzionando laddove fosse necessario ogni comportamento volto a speculare sul dolore e le difficoltà altrui, soprattutto in questo momento difficile di emergenza che il Paese sta vivendo.

 

Clicca qui per consultare la sezione dedicata al decreto Coronavirus