POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 26 maggio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

decreto coronavirus | 13 Marzo 2020

COVID-19 e nuove misure adottate dalla Corte Costituzionale

di La Redazione

Gli avvocati potranno trasmettere, in via temporanea, gli atti endoprocedimentali all’indirizzo PEC attivato dalla Corte Costituzionale durante l’emergenza epidemiologica da COVID-19. Mentre la cancelleria della Corte, dal 12 marzo al 3 aprile 2020, sarò aperta al pubblico dalle 9.00 alle 13.00, dal lunedì al venerdì.  

Trasmissione atti a mezzo PEC. Con riferimento al decreto della Presidente della Corte Costituzionale, Marta Cartabia, del 12 marzo 2020, avente ad oggetto le misure per lo svolgimento dei giudizi davanti alla Consulta durante l’emergenza epidemiologica da COVID-19, si dà avviso agli avvocati che, a causa di tale emergenza sanitaria, la Corte Costituzionale ha attivato, in via temporanea, un indirizzo PEC per la trasmissione degli atti endoprocedimentali da parte degli stessi (atti di costituzione, atti di intervento, rinunce ed altre istanza varie); sono invece esclusi da questa modalità di trasmissione gli atti di promovimento di nuovi giudizi.
Per conoscere l’indirizzo PEC occorre contattare il servizio di cancelleria ai numeri 064698324, 064698312 o 064698326.
Si tratta di un metodo che va ad aggiungersi ai due già esistenti: il deposito cartaceo e l’invio a mezzo posta.
Nel comunicato si legge che tale nuova procedura di trasmissione a mezzo PEC «sarà dismessa al termine dell’emergenza a seguito di apposita comunicazione che sarà pubblicata sul sito della Corte costituzionale».

 

Orari cancelleria. Inoltre, sempre in considerazione della situazione di emergenza epidemiologica da COVID-19, la Presidente della Corte Costituzionale, con apposito decreto dello scorso 11 marzo, ha disposto che, a decorrere dal 12 marzo 2020 e fino al 3 aprile 2020, la cancelleria sarà aperta al pubblico con i seguenti orari: dalle 9.00 alle 13.00 dal lunedì al venerdì.

 

Clicca qui per consultare la sezione dedicata al decreto Coronavirus