POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 29 febbraio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

professione forense | 15 Gennaio 2020

Elezioni Consigli Giudiziari 2020-2024: il CNF chiede l’indicazione di nuovi nominativi

di La Redazione

In vista della scadenza del quadriennio di durata in carica dei componenti dei Consigli Giudiziari, il CNF invita i Presidenti ed i componenti dei Consigli degli Ordini degli Avvocati ad indicare, entro e non oltre il 29 febbraio 2020, i nominativi di colleghi ritenuti idonei a ricoprire tale importante incarico.    

Consigli Giudiziari 2020-2024. Con una comunicazione del 14 gennaio 2020, indirizzata ai Presidenti dei Consigli degli Ordini distrettuali e circondariali degli Avvocati, il Consiglio Nazionale Forense ricorda che il quadriennio di durata in carica dei componenti dei Consigli Giudiziari è prossimo alla scadenza. A tal proposito, in quanto non immediatamente rieleggibili i componenti attuali, e dovendo il CNF, entro il mese di aprile, nominare i nuovi indicati, viene richiesto di provvedere all’indicazione dei colleghi ritenuti idonei a ricoprire l’importante incaricato di componenti dei Consigli Giudiziari.
Tra i requisiti richiesti, il Consiglio Nazionale Forense ricorda l’esercizio almeno decennale della professione all’interno del medesimo distretto, il possesso di competenze preferibilmente diversificate e la conoscenza della peculiare materia dell’Ordinamento giudiziario.
Le indicazioni richieste dovranno essere inoltrate al Consiglio Nazionale Forense entro e non oltre il 29 febbraio 2020.