POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 09 dicembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

amministrazione della giustizia | 20 Novembre 2019

L’UNAGIPA proclama un nuovo sciopero dei giudici di pace

di La Redazione

Una settimana di sciopero, dal 25 al 29 novembre 2019, per i giudici di pace che si asterranno dalle udienze e dalle altre attività, garantendo solo i servizi essenziali. L’iniziativa è stata indetta da ANGDP e UNAGIPA che sottolineano come il disegno di legge presentato al Senato, «frutto del Tavolo Tecnico che ha occupato il Ministero di Giustizia per lunghi mesi, non prevede una effettiva modifica della recente riforma Orlando, e non è compatibile con le norme sancite dalle direttive europee in tema di lavoro».  

Le Associazioni ANGDP e UNAGIPA «avendo vanamente esperito la procedura di raffreddamento prevista dall’articolo 7 del Codice di autoregolamentazione per l’esercizio dello sciopero e delle astensioni dalle attività giudiziarie dei giudici di pace come da lettera del 2 novembre 2019 e malgrado il recente sciopero della categoria tenutosi dal 1 al 14 ottobre; prendendo atto del comportamento reiteratamente lesivo ed omissivo del Ministro della Giustizia dal Ministro della Giustizia e dalle forze parlamentari, comunicano che i giudici onorari di pace addetti agli uffici dei giudici di pace si asterranno dalle udienze e dagli altri servizi di istituto dal 25 al 29 novembre 2019».
In particolare, risultano insoddisfacenti per i giudici di pace i progetti legislativi in discussione in Parlamento quanto alle tematiche relative a trasferimenti, procedimento disciplinare, previdenza ed assistenza, limite di età c.d. pensionabile, trattamento economico e ferie.
Durante l’astensione saranno garantiti i servizi essenziali secondo le modalità e nei limiti previsti dai codici di autoregolamentazione.