POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 08 dicembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

professione forense | 20 Novembre 2019

Elenco difensori d’ufficio: il CNF spegne la vecchia piattaforma gestionale

di La Redazione

A seguito dell’entrata in vigore, lo scorso 27 ottobre, del Regolamento del CNF per la tenuta dell’elenco nazionale difensori d’ufficio, l’accesso alla vecchia piattaforma è stato disattivato. Lo ha comunicato lo stesso CNF ai Consigli degli Ordini precisando che, ai fini dell’attivazione della nuova piattaforma gestionale, il servizio di accesso sarà interrotto per 50 giorni, a decorrere da oggi, mercoledì 20 novembre.

Il CNF ha comunicato ai Consigli degli Ordini che, a seguito dell’entrata in vigore del Regolamento del CNF per la tenuta dell’elenco nazionale difensori d’ufficio, in data odierna (20 novembre 2019) verrà disabilitato l’accesso alla vecchia piattaforma.


Come comportarsi durante il periodo di interruzione? Il comunicato precisa che «ai fini della attivazione della nuova piattaforma gestionale, sarà necessario interrompere il servizio di accesso per giorni 50, a decorrere dal giorno 20.11. c.a., per quanto riguarda le istanze di permanenza scadenti il 31.12.2019, il periodo di interruzione del servizio sarà recuperato di giorni 30 al fine di compensare il periodo in cui l’accesso sarà disabilitato».
Per quanto riguarda le domande di prima iscrizione ed al fine di garantirne la tempestiva evasione, queste potranno essere inoltrate al Consiglio dell’Ordine di appartenenza corredate dal parere dello stesso.
La nuova piattaforma gestionale sarà operativa dal 15 gennaio 2020, «pertanto le istanze di permanenza per l’anno 2020 dovranno inderogabilmente essere presentate entro 15 febbraio 2020».