POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 14 dicembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

professione forense | 19 Novembre 2019

A dicembre una nuova settimana di astensione degli avvocati penalisti dalle udienze

di La Redazione

La Giunta dell’Unione delle Camere Penali Italiane proclama, con esclusione dei processi contro imputati detenuti in custodia cautelare, una nuova astensione dalle udienze e da ogni altra attività giudiziaria nel settore penale per i giorni 2, 3, 4, 5, e 6 dicembre 2019.

Vista la forte e compatta partecipazione degli avvocati penalisti e l’adesione delle altre componenti della vita associativa forense nell’astensione proclamata dall’Unione delle Camere Penali Italiane proclamata lo scorso ottobre, la Giunta dell’Unione proclama un nuovo sciopero nei giorni 2, 3, 4, 5 e 6 dicembre 2019, esclusi i circondari di Trapani e Cassino, interessati da astensioni indette dagli Ordini degli Avvocati territorialmente competenti, per mancanza del termine di 15 giorni tra la fine delle suddette stensioni e l’inizio dell’astensione nazionale proclamata dall’Unione delle Camere Penali stessa.
La Giunta, poi, invita tutte le Camere Penali territoriali a promuovere iniziative, nella settimana di astensione, per informare tutti delle ragioni della protesta ed individuare le modalità per favorire la partecipazione alla manifestazione organizzata a Roma nelle stesse date dell’astensione e per i giorni 7 e 8 dicembre p.v..
Tema caldo è quello della prescrizione, che nel nostro ordinamento è legata ai principi di «di presunzione di innocenza e di inviolabilità del diritto di difesa. Essa contribuisce a definire la funzione della pena ed è contrappeso alle inefficienze della macchina giudiziaria stabilendo un limite entro il quale deve intervenire la definitiva risposta di giustizia».
La presente delibera sarà trasmessa al Presidente della Repubblica, ai Presidenti di Camera e Senato, al Presidente del Consiglio, al Ministro della Giustizia e ai Capi degli Uffici giudiziari.