POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 22 luglio 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

previdenza forense | 17 Giugno 2019

Modello 5/2019: Cassa Forense divulga l’informativa sulle scadenze

di La Redazione

Cassa Forense ricorda che la comunicazione obbligatoria relativa al reddito professionale netto e al volume d’affari dichiarati per l’anno 2018, c.d. mod. 5/2019, deve essere inviato da tutti gli iscritti agli Albi Forensi e dai praticanti iscritti alla Cassa entro il 30 settembre 2019.

Cassa Forense, avvalendosi della collaborazione dei Consigli dell’Ordine, ha divulgato a tutti gli iscritti le modalità di invio della comunicazione obbligatoria del reddito netto professionale e del volume d’affari dichiarato ai fini IVA relativa all’anno 2018, c.d. modello 5/2019.

 

Invio telematico e scadenze. Tale comunicazione dovrà essere trasmessa, da parte di tutti gli iscritti agli Albi Forensi nel corso 2018 e dai praticanti iscritti alla Cassa, entro il 30 settembre 2019, mediante l’apposita procedura, disponibile sul sito a partire dal 20 giugno.
Ai fini dell’invio telematico occorre essere in possesso dei codici personali, meccanografico e PIN, e collegarsi al sito interne della Cassa, accedendo alla sezione “Accessi riservati” – “Posizione personale”.
Dal momento dell’accensione alla procedura di invio telematico, una volta inserito il reddito netto e il volume d’affari, il sistema effettuerà in automatico il calcolo della contribuzione dovuta con riferimento allo status professione dell’iscritto, di cui la prima rata dovrà essere versata entro il 31 luglio 2019 ed entro il 31 dicembre 2019 la seconda.
Ad eventuali ritardi od omissione seguiranno sanzioni pecuniarie e disciplinare.



Qui l’informativa di Cassa Forense del 14 giugno 2019