POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 28 febbraio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

procedure concorsuali | 27 Maggio 2019

La quantificazione dell’indebito arricchimento in caso di prestazioni professionali

di Samantha Mendicino - Avvocato

Nell’ipotesi di prestazione professionale l'indennizzo da ingiustificato arricchimento può essere quantificato in via equitativa avendo come riferimento le tariffe professionali, intese quali meri parametri, quindi, con esclusione di quelle maggiorazioni altrimenti previste per le peculiari modalità secondo le quali la prestazione è stata resa.

(Corte di Cassazione, sez. I Civile, sentenza n. 14329/19; depositata il 24 maggio)

Il caso. La vicenda processuale aveva inizio quando un avvocato instava il Tribunale per l'ammissione tardiva del proprio credito vantato in una procedura di liquidazione coatta amministrativa di un consorzio agrario, chiedendo, in via principale,...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.