POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 21 gennaio 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

previdenza forense | 08 Gennaio 2019

Il condono previdenziale e la mancanza di lungimiranza

di Paolo Rosa - Avvocato

Con la legge 8 agosto 1995, n. 335, la previdenza italiana, per ragioni di sostenibilità di lungo periodo, ha optato per il sistema di calcolo contributivo delle prestazioni, in pro rata, ma pian piano abbandonando il più generoso sistema di calcolo retributivo.  

Dal 1995 in poi tutta la legislazione intervenuta in materia si è sempre riferita a un sistema previdenziale informato al criterio di calcolo contributivo delle prestazioni. Cassa Forense, nonostante il mio tentativo del 14.02.2008, è...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.