POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 20 novembre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

professione forense | 06 Novembre 2018

Bonafede e Mascherin: un futuro sviluppo del sistema di giustizia

Il processo penale e la professione forense: sono questi gli argomenti principali dell’incontro avvenuto nel pomeriggio del 5 novembre 2018 tra il Ministro Bonafede e il Presidente del Consiglio Nazionale Forense Mascherin.  

Il processo penale. Il Presidente del CNF in primo luogo, sostiene che al centro del processo penale sarebbe opportuno porre l’imputato e la presunzione di non colpevolezza. Altresì Mascherin ha sottolineato l’esigenza di introdurre importanti investimenti economici e procedurali tali da condurre a un rafforzamento delle garanzie difensive: è opportuno scongiurare il rischio di sottoporre l’imputato a un processo alquanto durevole, “infinito”. Un altro istituto di preminente importanza, posto all’attenzione del Ministro Bonafede è la prescrizione, sottolineando tuttavia, che sarebbe consono intervenire su quest’ultimo istituto solo una volta raggiunta la durevole ragionata del processo.
 

La professione forense. Nel corso del colloquio il Ministro Bonafede ha anticipato che promuoverà un’iniziativa parlamentare con l’intento di rafforzare il ruolo dell’avvocato in Costituzione. Sempre sul tema della professione forense il Ministro ha sottolineato che è sua intenzione portare a termine la riforma del patrocinio a spese dello Stato, progetto da compiere in tempi piuttosto celeri e tenendo come base il testo offerto dal Consiglio Nazionale Forense. Inoltre, come condiviso da Mascherin, il Ministro afferma la necessità di avviare una riforma per l’accesso alla professione forense. Infine, Bonafede conferma l’intenzione di definire prontamente il tema delle specializzazioni e di avviare un confronto con l’avvocatura sulla riforma del processo civile.