POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 05 luglio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

giustizia | 21 Ottobre 2015

Il CNF illustra al Quirinale progetti e preoccupazioni dell’Avvocatura

Ieri mattina il presidente del CNF è stato ricevuto al Quirinale dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Durante l’incontro, Mascherin ha illustrato alla più alta carica dello Stato preoccupazioni e progetti dell’Avvocatura istituzionale.

Si è tenuto ieri al Quirinale l’incontro del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il presidente del CNF Andrea Mascherin.

Si rischia di disperdere la cultura della solidarietà. Nel corso dell’incontro, Mascherin ha riferito al Capo dello Stato «della profonda preoccupazione di cui si fa portatrice l’Avvocatura istituzionale, derivante dalla constatazione di una società (…) che sempre più sembra perdere i riferimento della solidarietà, per assecondare le istanze di un sistema economico globalizzante, pronto a sacrificare i bisogni ed i diritti dei più deboli in nome dell’efficientismo e del lucro a tutti i costi».
Nel nostro Paese, infatti, ha proseguito il presidente del CNF, vanno accentuandosi le diseguaglianze, con uno schiacciamento continuo dei ceti medi verso il basso, e il diritto al lavoro, alla sanità, alla giustizia e all’istruzione rischiano sempre di più di diventare questioni di reddito.
Il pericolo, ha concluso Mascherin, è che si disperda definitivamente la cultura della solidarietà che a lungo ha contraddistinto la democrazia italiana in favore di sistemi basati sull’esaltazione dell’individualismo.

Illustrati i progetti del CNF. Nel corso del colloquio, poi, il presidente del CNF ha riferito del progetto del Consiglio Nazionale Forense di introdurre un corso di educazione alla pratica dei diritti nelle scuole, in collaborazione con la Corte Costituzionale, nonché della volontà di proporre l’Avvocatura istituzionale come riferimento per l’insegnamento ai migranti delle norme di legalità che governano la democrazia italiana.
Mascherin, infine, ha evidenziato che il CNF si sta impegnando per rendere possibile un dialogo tra tutti i protagonisti del mondo giustizia, al fine di recuperare il diritto costituzionale di un accesso razionale alla giustizia per tutti i cittadini.
I progetti illustrati da Mascherin hanno riscontrato vivo apprezzamento da parte del Presidente della Repubblica.