POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 20 ottobre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

previdenza forense | 05 Ottobre 2012

I redditi dichiarati dagli avvocati a Cassa Forense e la giostra dei numeri

di Paolo Rosa - Avvocato

«Come ogni anno pubblichiamo i dati relativi ai redditi dichiarati dagli avvocati italiani mediante l’invio del Modello 5. In particolare, vengono pubblicati i dati relativi ai redditi e ai volumi d’affari prodotti nell’anno 2012 e dichiarati alla Cassa nell’anno 2011 (Modello 5/2011). Ormai note sono le motivazioni che conducono a questo appuntamento annuo, è evidente infatti l’importanza ai fini previdenziali del monitoraggio continuo dei redditi degli iscritti alla Cassa, in quanto...». Questo l’incipit della relazione pubblicata su La Previdenza Forense.

 

Esiste un software adatto a rinforzare la capacità di gestione delle sequenze temporali e logiche (www.bancarellaweb.it). Lo consiglio a chi ha combinato il pasticcio di cui parlerò brevemente.
Redditi e volumi d’affari: in crescita o in caduta libera? Cassa Forense ha presentato entro il 30 settembre 2012 il restyling ai propri regolamenti sulla base di un bilancio tecnico che, stocasticamente cioè probabilisticamente, proietta dati reddituali e volume di affari in aumento così da dimostrare la sostenibilità per i 50 anni richiesti dall’art. 24, comma 24, della legge n. 214/2011.
Sotto stress test ha però pubblicato sulla rivista La previdenza forense l’accorata relazione delle attuarie interne su redditi e volume d’affari dichiarati a Cassa Forense dagli avvocati italiani con il modello 5 /2011.
Quindi gli ultimi dati disponibili.
Le tabelle 1 e 2 fotografano una situazione di picchiata dei redditi e del volume d’affari al punto che siamo regrediti ai valori del 1990 cioè di 22 anni fa!
Perché non tenerne conto nel bilancio tecnico?