POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 21 ottobre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

previdenza forense | 06 Luglio 2012

L’opzione al contributivo costituisce un ragionevole punto di equilibrio fra tutte le esigenze in gioco

di Paolo Rosa - Avvocato

  Andiamo a comporre queste riflessioni utilizzando l’alto insegnamento venutosi a consolidare nel tempo nel pensiero della Corte Costituzionale. Già da tempo, con la legge 8 agosto 1995, n. 335, l’ordinamento previdenziale si è orientato decisamente nel senso della preferenza per il sistema contributivo (C.Cost. 20 gennaio 2012, n. 8).

  Ancorché la giurisprudenza della Corte Costituzionale abbia sempre escluso la possibilità di porre a confronto fra loro i vari sistemi previdenziali, l’esigenza di una loro armonizzazione rappresenta una delle linee guida...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.