POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 26 gennaio 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FINANZA e TRIBUTI

accertamento fiscale | 24 Novembre 2020

Vende su eBay senza preoccuparsi del Fisco: appellarsi alla buona fede non basta

di La Redazione

Per dimostrare la buona fede, che rileva come esimente solo se l’agente è incorso in un errore inevitabile, occorre, da un lato, che sussistano elementi positivi, estranei all’autore dell’infrazione, idonei ad ingenerare in lui la convinzione della liceità della sua condotta e, dall’altro, che lo stesso abbia fatto tutto il possibile per osservare la legge, onde nessun rimprovero possa essergli mosso, neppure sotto il profilo della negligenza omissiva.

(Corte di Cassazione, sez. Tributaria, ordinanza n. 26554/20; depositata il 23 novembre)

Così la Cassazione con ordinanza n. 26554/20, depositata il 23 novembre.   Il contribuente ricorre per cassazione avverso la sentenza d’appello con cui la Commissione Tributaria aveva confermato i tre avvisi di accertamento...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.