POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 11 dicembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FINANZA e TRIBUTI

accertamento fiscale | 02 Dicembre 2019

La detenzione di attività finanziarie all’estero non dichiarate al Fisco è “indizio” di evasione

di Isabella Buscema - Esperto tributario

La mancata denuncia di depositi svizzeri emersi dalla lista Falciani può da sola costituire quell'indizio di evasione fiscale (e quindi di maggiori redditi) che, se non efficacemente contrastato e smentito dal contribuente, basta a provare l'esistenza di somme volontariamente sottratte a tassazione.  

(Corte di Cassazione, sez. Tributaria, sentenza n. 31085/19; depositata il 28 novembre)

Occorre escludere qualsiasi ulteriore illegittimità dell'indizio fondato sulla Lista predetta in quanto non sussiste violazione né della legge tributaria né di diritti fondamentali costituzionalmente garantiti. A nulla rileva...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.