POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 29 febbraio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FINANZA e TRIBUTI

agevolazioni fiscali | 30 Ottobre 2019

Agevolazioni per trasferimenti immobiliari nell’ambito di vendite giudiziarie

di La Redazione

Per un immobile acquistato all’asta nel 2016 è possibile procedere all'alienazione entro 5 anni (e non più due anni) dall'acquisto stesso senza perdere i benefici prima casa (Risp. Interpello AE 29 ottobre 2019 n. 442).

Per un immobile acquistato all’asta nel 2016 è possibile procedere all'alienazione entro 5 anni (e non più due anni) dall'acquisto stesso senza perdere i benefici prima casa (Risp. Interpello AE 29 ottobre 2019 n. 442).

Il caso. Il caso in esame riguardava una società in favore della quale, nell'ottobre 2016, è stato emesso un decreto di trasferimento di un immobile acquistato all'asta per il quale è stata applicata l’agevolazione prevista dall’art. 16 DL 18/2016. La norma contenuta nel citato art. 16 è stata successivamente modificata dal legislatore, che ha portato da 2 a 5 anni il termine entro cui trasferire l'immobile per non incorrere in sanzioni e nella perdita dell'agevolazione ottenuta.
L’Agenzia conferma che l’istante potrà procedere all'alienazione o con la presentazione di istanza di ricalcolo dell'imposta in misura ordinaria e dei relativi interessi, entro 5 anni (e non più due anni) dall'acquisto in asta, analogamente a quanto previsto in materia di prima casa.
L’Agenzia ha precisato inoltre che, in caso di inottemperanza dell'obbligo di trasferimento entro cinque anni dalla stipula perché il contribuente si trova nella condizione di non poter o voler rispettare l'impegno assunto, può, in pendenza del termine previsto per procedere all'alienazione, rivolgere apposita istanza all'ufficio dell'Agenzia delle Entrate, al fine di ottenere la riliquidazione dell'imposta in misura ordinaria e dei relativi interessi.

(Fonte: fiscopiu.it)

 



Qui la risposta ad interpello dell’Agenzia delle Entrate del 29 ottobre 2019, n. 442