POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 24 giugno 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FINANZA e TRIBUTI

accertamento fiscale | 05 Giugno 2019

Salvi i forfettari che rimuovono la causa ostativa entro fine anno

di La Redazione

L'Agenzia delle Entrate ha ribadito il principio che permette di applicare per il contribuente che, entro la fine dell'anno, dismetta la propria quota di partecipazione in una s.n.c. il regime già dal 2019, senza decadere nel 2020.

Libero accesso e libera permanenza nel regime forfettario per il contribuente che, entro la fine del 2019, dismetta la propria quota di partecipazione in una s.n.c. A confermare l'adesione al regime agevolativo pur se in presenza, alla data del 31 dicembre 2018, di una delle cause ostative è la risposta n. 181 pubblicata ieri dall'Agenzia delle Entrate.

 

 

La causa ostativa. L'attuale disciplina del regime forfettario nega l'applicazione del regime forfettario agli esercenti attività d’impresa, arti o professioni che partecipano, contemporaneamente all’esercizio dell’attività, a società di persone, ad associazioni o a imprese familiari.

 

Il caso. Nel caso di specie, l'istante, ceduta a gennaio 2019 la propria quota di partecipazione in una s.n.c., intende aprire una Partita IVA, come ditta individuale, svolgendo la medesima attività della s.n.c. e aderendo al regime forfettario. Si rivolge alle Entrate per ottenere delucidazioni in ordine all’applicabilità, per il periodo d’imposta 2019, del regime.

 

Le indicazioni delle Entrate. L'amministrazione finanziaria ha ribadito che il contribuente che al 31 dicembre 2018 (data di pubblicazione della Legge di Bilancio 2019 contenente le nuove cause ostative al regime forfettario) si trovasse, come nel caso di specie, in una delle condizioni tali da far scattare l’applicazione della causa ostativa in esame già a partire dal 2019, potrà comunque applicare nell’anno 2019 il regime forfettario e non decadere dallo stesso nel periodo d’imposta 2020, solo a condizione che provveda, come nel caso rappresentato in istanza, a rimuovere la causa ostativa entro la fine del 2019.

(Fonte: fiscopiu.it)

 



Qui la risposta ad interpello dell’Agenzia delle Entrate del 4 giugno 2019, n. 181