POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 25 agosto 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FINANZA e TRIBUTI

tasse e tributi | 29 Maggio 2019

IRAP: incostituzionali le norme regionali che incrementano l’aliquota transitoria del 2002 per banche e assicurazioni

di Leda Rita Corrado - Avvocato e Giornalista pubblicista, Dottore di ricerca in Scienze Giuridiche presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Nella sentenza n. 128/19 la Consulta ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 1, comma 6, l. Regione Marche 19 dicembre 2001, n. 35 (recante “Provvedimenti tributari in materia di addizionale regionale all’IRPEF, di tasse automobilistiche e di imposta regionale sulle attività produttive”), nonché dell’art. 5, comma 1, l. Regione Lazio 13 dicembre 2001, n. 34 (recante “Disposizioni in materia di imposta regionale sulle attività produttive in attuazione del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446”), e correlativa statuizione della Tabella A ad essa allegata, e dell’art. 7, comma 1, l. Regione Siciliana 26 marzo 2002, n. 2 (recante “Disposizioni programmatiche e finanziarie per l’anno 2002”), limitatamente a quanto disposto per il periodo di imposta 2002 per i soggetti di cui agli artt. 6 e 7, d.lgs. 15 dicembre 1997, n. 446, vale a dire per le banche e per gli altri enti e società finanziari, nonché per le imprese di assicurazione.

(Corte Costituzionale, sentenza n. 128/19; depositata il 28 maggio)

La disciplina IRAP fissata dal Legislatore nazionale. La norma applicabile ragione temporis nei giudizi principali è l’art. 16, comma 1, d.lgs. 15 dicembre 1997, n. 446: secondo tale disciplina, l’aliquota generale IRAP è...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.