POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 23 ottobre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
FINANZA e TRIBUTI

professione forense | 26 Settembre 2018

Spese di giustizia: dalle Entrate nuova causale contributo e codice ente

L’Agenzia delle Entrate, con le risoluzioni n. 70 e 71 del 25 settembre 2018, ha istituito rispettivamente le causali contributo per la riscossione, tramite modello F24, delle spese dovute all’INPS dalla controparte soccombente in giudizio e il codice ente identificativo dell’Organizzazione Penitenziaria Militare, da utilizzare nel modello di versamento F23 per il recupero delle spese di giustizia ex art. 209 d.P.R. n. 115/2002.

Spese per CTU e dovute all’INPS dalla controparte soccombente. Con la risoluzione n. 70/E, l’Agenzia delle Entrate, in risposta alle richieste dell’INPS circa l’istituzione delle causali contributo per il versamento, tramite il modello F24, delle spese per i Consulenti Tecnici d’Ufficio (CTU) e delle spese legali, dovute dalla controparte soccombente in giudizio, di spettanza dell’Ente, ha istituiscono le causali contributo “RSCT” denominata “Recupero spese CTU” e “RSLE” denominata “Recupero spese legali”. In sede di compilazione del modello di pagamento F24, le suddette causali sono esposte nella sezione “INPS”, nel campo “causale contributo”, in corrispondenza esclusivamente della colonna “importi a debito versati”.

 

Codice ente “Organizzazione Penitenziaria Militare”. La risoluzione n. 71/E ha invece istituito il codice ente “OPM” denominato “Organizzazione Penitenziaria Militare”, in risposta alla richiesta di quest’ultima circa l’attribuzione di un “codice ente”, per consentire agli agenti della riscossione una corretta e puntuale rendicontazione delle somme riscosse, tramite il modello di versamento F23, a titolo di recupero delle spese di giustizia di cui all’art. 209 d.P.R. 30 maggio 2002, n. 115. Il codice “OPM” deve essere indicato al campo 6 “codice ufficio o ente” del modello di versamento F23.

 



Qui la risoluzione dell’Agenzia delle Entrate del 25 settembre 2018, n. 70/E

Qui la risoluzione dell’Agenzia delle Entrate del 25 settembre 2018, n. 71/E