POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 16 settembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FINANZA e TRIBUTI

antiriciclaggio | 14 Giugno 2018

Antiriciclaggio, in Gazzetta il Regolamento per revisori legali

Approda in Gazzetta Ufficiale (Serie Generale del 13 giugno 2018, n. 135) il regolamento CONSOB per revisori legali, società di revisione al fine di prevenire e contrastare il riciclaggio e il finanziamento del terrorismo.  

È stata pubblicata, nella G.U. di ieri, la delibera del 31 maggio 2018 con cui la CONSOB adotta il Regolamento di attuazione del d.lgs. 21 novembre 2007, n. 231, in tema di antiriciclaggio.
In particolare, il suddetto regolamento si rivolge ai revisori legali e alle società di revisione «con incarichi di revisione su enti di interesse pubblico e su enti sottoposti a regime intermedio».

Procedure. Il provvedimento ha l'obiettivo di prevenire e contrastare il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo e, a tal fine, dispone che i revisori legali e le società di revisione si dotino di presidi organizzativi e procedurali nonché di controlli interni appositi; questi - si legge nella delibera - dovranno essere adeguati alla forma giuridica degli enti stessi, alle proprie dimensioni e alla propria articolazione organizzativa.
A tal proposito, è precisato che anche i revisori e le società a basso rischio di riciclaggio dovranno adottare le procedure dettate, con la possibilità di delineare assetti di controlli snelli, commisurati al rischio a cui vanno incontro, in applicazione del principio di proporzionalità.
È specificato, inoltre, che le procedure interne dettate a riguardo non potranno consistere in un mero elenco; è infatti necessario che siano chiaramente indicate le modalità di comportamento cui i revisori e le società dovranno attenersi nell'ottemperare gli obblighi previsti.
Nella delibera è altresì precisato che «il Provvedimento recante disposizioni attuative in materia di organizzazione, procedure e controlli interni volti a prevenire l'utilizzo a fini di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo delle società di revisione iscritte nell'Albo speciale previsto dall'art. 161 d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e contemporaneamente iscritte nel registro dei revisori contabili, ai sensi dell'art. 7, c. 2, d.lgs. 21 novembre 2007, n. 231, adottato dalla CONSOB con Delibera n. 17836 del 28 giugno 2011, è abrogato, salvo quanto previsto nell'art. 19 dell'annesso Regolamento».

(Fonte: fiscopiu.it)

 



Qui la delibera della Consob 31 maggio 2018; in G.U. del 13 giugno, n. 135