POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 09 luglio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FINANZA e TRIBUTI

successioni | 24 Gennaio 2017

La dichiarazione di successione? Si fa da casa: debutta "SuccessioniOnLine"

La novità: da ieri è possibile utilizzare il nuovo software delle Entrate, "SuccessioniOnLine". Fino alla fine del 2017, comunque, sarà ancora possibile continuare a presentare la dichiarazione di successione utilizzando il vecchio modello in formato cartaceo.

Quali sono i vantaggi del nuovo software? La dichiarazione di successione si può presentare da casa propria: è la novità che ha preso il via e che sfrutta i servizi telematici delle Entrate che hanno messo a disposizione dei contribuenti il nuovo software “SuccessioniOnLine”. Basta il proprio codice PIN per poter accedere all’area riservata, compilare ed inviare la dichiarazione direttamente dal proprio pc.
Vantaggio indiscusso dell’applicazione è la possibilità di fare tutto da casa, senza bisogno di recarsi all’ufficio competente dell’Agenzia. Non solo, diventa possibile anche richiedere copie conformi presso qualsiasi ufficio dell’Agenzia.
L’applicazione è gratuita ed è disponibile in modalità “stand alone” con la possibilità di compilare un file editabile che costituisce la versione digitale della dichiarazione di successione; si potranno allegare i documenti richiesti dal sistema, salvare e presentare il modello tramite i servizi telematici dell’Agenzia, utilizzando le proprie credenziali di accesso, oppure tramite un intermediario abilitato o un ufficio territoriale delle Entrate competente per la lavorazione.
L’Agenzia aveva dato il via alla novità con il Provvedimento 27 dicembre 2016 e non sarà comunque obbligatorio utilizzare il software gratuito almeno fino al 31 dicembre 2017. Dal 1° gennaio 2018 invece la via telematica diventerà l’unica percorribile, mentre per il 2017 sarà ancora possibile continuare a presentare presso l’ufficio competente dell’Agenzia la dichiarazione di successione utilizzando il vecchio modello in formato cartaceo.

(fonte: www.fiscopiu.it)