POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 18 settembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FINANZA e TRIBUTI

PTT - legislazione | 12 Ottobre 2012

La PEC si allarga ancora e arriva in altre 7 Regioni

  Si allarga ulteriormente l’utilizzo della PEC. Infatti, l’utilizzo della posta elettronica certificata nel processo tributario si estende alle Commissioni tributarie provinciali e regionali di alcune, selezionate, regioni. Ma entro breve tutte le Regioni d’Italia potranno inviare notifiche via PEC.

(D.M. 2 ottobre 2012; G.U. 11 ottobre 2012, n. 238)

 

Altre 7 Regioni con la PEC ... Il decreto che estende l’uso della posta elettronica certificata (PEC) nel processo tributario alle Commissioni tributarie provinciali e regionali operanti nelle regioni Campania, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Toscana e Valle d’Aosta è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 238, dell’11 ottobre.
… per una maggiore velocità del processo. Il provvedimento consente alle Commissioni tributarie di effettuare le comunicazioni alle parti processuali, relative ai dispositivi delle sentenze e agli avvisi di trattazione delle udienze, utilizzando la casella postale elettronica delle parti stesse.
Si tratta del terzo decreto che introduce la PEC. Il primo, datato 26 aprile 2012, aveva aperto le porte del processo telematico al Fiuli-Venezia-Giulia e all’Umbria. Il secondo, del 26 giugno 2012, aveva allargato l’ambito di applicazione a Lombardia, Sardegna, Sicilia e Veneto. Ora, come già detto, è il turno di altre 7 Regioni: Campania, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Toscana e Valle d’Aosta.
Il 18 ottobre si parte. Ma ci vorrà ancora qualche giorno di attesa per queste Regioni. Il decreto, infatti, firmato dal Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Generale, del Personale e dei Servizi, entrerà in vigore il 18 ottobre 2012.