POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 17 ottobre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
COMUNITARIO e INTERNAZIONALE

rapporti fra coniugi | 06 Giugno 2019

Il regime patrimoniale dei conviventi di fatto è equiparabile a quello dei coniugi?

di Giulia Milizia

L’art. 1, §§.1 e 2, lett. a), Regolamento n. 44/2001 (Bruxelles I), concernente la competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l’esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale, dev’essere interpretato nel senso che un’azione, come quella di cui trattasi nel procedimento principale, avente ad oggetto una domanda di scioglimento dei rapporti patrimoniali derivanti da una convivenza di fatto ricade nella nozione di «materia civile e commerciale», ai sensi di tale §.1, e rientra pertanto nel suo ambito di applicazione ratione materiae.  

(Corte di Giustizia UE, Sezione Sesta, sentenza 6 giugno 2019, causa C-361/18)

Infatti l’equiparazione tra il regime patrimoniale dei conviventi e quello dei coniugi, con l’esclusione da tale nozione, è avvenuta solo col Regolamento 1215/2012 (Bruxelles I bis), non opponibile ratione temporis alla fattispecie...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.