POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 25 ottobre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
COMUNITARIO e INTERNAZIONALE

immigrazione | 30 Aprile 2014

Rilascio del visto ai fini del ricongiungimento di coniugi cittadini di paesi terzi: ma serve il requisito della conoscenza elementare della lingua?

di Ivan Libero Nocera - Avvocato in Torino - Weigmann Studio Legale e professore a contratto presso l'Università di Brescia

Tale requisito introdotto in Germania nel 2007 non è compatibile né con la clausola di «standstill» dell’Accordo di associazione con la Turchia né con la direttiva sul ricongiungimento familiare, in quanto occorre tenere conto dell’interesse dei figli minori e dell’insieme delle circostanze rilevanti in concreto.

(Avvocato Generale, conclusioni 30 aprile 2014, causa C-138/13)

Lo afferma l’avvocato generale presso la Corte di Giustizia nelle sue conclusioni nella causa C-138/13 dell’30 aprile 2014. La questione. La controversia riguarda la materia del ricongiungimento dei coniugi cittadini di paesi terzi. In...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.