POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 09 luglio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
COMUNITARIO e INTERNAZIONALE

marchio comunitario | 21 Dicembre 2012

L’uso deve essere effettivo e non solo finalizzato ad evitare la decadenza del segno

di Serena Corbellini - Avvocato

  La CGUE (C-149/11 pronuncia del 19 dicembre 12) è stata chiamata a pronunciarsi in via pregiudiziale sulla nozione di uso effettivo del marchio. Ed in particolare se l'art. 15 n. 1 del regolamento sul marchio comunitario debba essere interpretato nel senso che per “uso effettivo” sia sufficiente l'uso del medesimo entro i confini di un solo Stato membro oppure se la nozione sia connessa alle quote di mercato (mercato del prodotto/mercato geografico).

(Corte di Giustizia UE, Seconda Sezione, sentenza 19 dicembre 2012, causa C-159/11)

  Uso del marchio comunitario. Il regolamento sul marchio comunitario prevede che se entro 5 anni dalla registrazione il marchio non ha formato oggetto da parte del titolare di un uso effettivo nella Comunità, per i prodotti o i servizi...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.