POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 02 marzo 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

amministrazione della giustizia | 27 Novembre 2020

Concorso per 1000 operatori giudiziari: colloqui da remoto via Teams

di La Redazione

Il Ministero della Giustizia ha reso note le modalità di svolgimento del colloquio del concorso per 1000 operatori giudiziari, indetto lo scorso 15 settembre 2020. In particolare, il Ministero fa sapere che, nel rispetto delle disposizioni normative per il contenimento della pandemia da COVID-19, il colloquio di idoneità sarà effettuato da remoto, mediante Teams.  

Con decreto del 24 novembre 2020, il Ministero della Giustizia ha reso note le modalità di svolgimento del colloquio del concorso per 1000 operatori giudiziari, indetto lo scorso 15 settembre 2020 con il bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale - 4ᵃ serie speciale del 15 settembre 2020, n. 72.

 

In particolare, il Ministero fa sapere che, nel rispetto delle disposizioni normative per il contenimento della pandemia da COVID-19, il colloquio di idoneità, per ciascuno dei candidati ammessi alla prova, sarà effettuato da remoto, mediante Teams.

 

A tal proposito, i candidati ammessi dovranno inviare tramite e-mail, all’indirizzo concorsooperatori2020.dgpersonale.dog@giustizia.it, la seguente documentazione:
- copia del documento d’identità indicato nella domanda di partecipazione;
- copia del codice fiscale;
- copia della ricevuta della domanda recante il codice ID;
- indicazione dell’indirizzo e-mail che sarà utilizzato per la connessione via Teams;
- un numero di telefono fisso o cellulare di cui si garantisce la piena disponibilità e funzionalità.

 

Al fine di garantire la massima trasparenza e pubblicità del colloquio, sarà possibile assistere alle sessioni di prova, inviando una mail recante oggetto “Richiesta partecipazione pubblico”, in cui dovrà essere indicato nome, cognome, estremi del documento di identità e, soprattutto, indirizzo e-mail che sarà utilizzato per la connessione via Teams, entro e non oltre le ore 12.00 del 15 dicembre 2020.
Successivamente, l’Amministrazione provvederà ad invitare nelle stanze virtuali, per ciascuna commissione e nelle singole sessioni di prova, un numero non superiore a due di interessati che intendano partecipare, in qualità di pubblico, ai colloqui di idoneità.

 

Nel giorno stabilito da calendario per la sessione d’esame, ciascun candidato sarà invitato a prendere parte ad una conversazione audio-video su Teams mediante apposito link, con indicazione della fascia oraria, precedentemente inviato per e-mail. Cliccando su tale link, il candidato potrà partecipare alla riunione o direttamente dall’app di Teams, qualora sia stata già scaricata su un dispositivo personale, o, sempre su Teams, tramite web.

 

Lo scopo del colloquio è quello di verificare la conoscenza dei programmi informatici maggiormente in uso nell’ambito del pacchetto “Office” di Microsoft (Word, Excel) e dell'uso della posta elettronica. In particolare, la Commissione provvede ad aprire e mettere in condivisione su Teams, rendendolo visibile al candidato, uno dei suddetti programmi, formulando tre domande sul funzionamento dello stesso, sulle modalità di utilizzo e sulle attività eseguibili mediante i programmi medesimi. Per ogni risposta errata verranno tolti 2 punti.
Il colloquio è volto poi a verificare l’attitudine a svolgere attività pratiche; a tal proposito, la commissione provvederà a mettere in condivisione su Teams 5 file contenenti intestazione e data (potrebbe trattarsi di estratti di atti giudiziari o sentenze), in ordine ai quali potrà essere richiesto al candidato di ordinare i file secondo l’ordine cronologico, alfabetico ovvero secondo altri criteri logici. Ogni file inserito nella posizione sbagliata comporterà una riduzione di 1 punto.

 

Sempre il Ministero della Giustizia, con decreto del 26 novembre 2020, ha fatto sapere che è stata anche nominata la commissione d’esame.