POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 04 dicembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

sanzioni amministrative | 27 Ottobre 2020

Paga dazio il bar che agevola gli assembramenti

di Stefano Manzelli

Stop al rumore e al degrado urbano potenziato dalla movida e dai locali pubblici indisciplinati. E, in tempi di emergenza sanitaria prolungata, gli esercenti più negligenti rischiano sanzioni perché il Comune può anticipare ulteriormente l’orario di chiusura del locale.

(TAR Emilia Romagna, sez. I, sentenza n. 645/20; depositata il 22 ottobre)

Lo ha evidenziato il TAR Emilia – Romagna, sez. I, con la sentenza n. 645 del 22 ottobre 2020.   Uno storico bar del centro di Bologna è stato ripetutamente sanzionato per mancato rispetto delle norme sul rumore e sul degrado...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.