POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 09 agosto 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

concorrenza sleale | 30 Luglio 2020

Mercato aperto dell’energia: è lecito fidelizzare i clienti per non farli passare alla concorrenza?

di Giulia Milizia

La legge italiana nel recepire l’art. 102 TFUE che disciplina gli abusi di posizione dominante non è sufficientemente chiara nel definire il concetto di «sfruttamento abusivo da parte di una o più imprese di una posizione dominante sul mercato», poiché l’elenco delle ipotesi non è esaustivo delle fattispecie vietate dal diritto dell’UE. Tutto ciò e le ambiguità ermeneutiche rendono difficile individuare e provare l’abuso di posizione dominante in casi atipici ove una condotta lecita possa limitare l’accesso al mercato ad altri concorrenti.

(Consiglio di Stato, sez. VI, ordinanza n. 4646/20; depositata il 20 luglio)

Il Consiglio di Stato con l’ordinanza n. 4646/20 pubblicata il 20 luglio ha sollevato una lunga ed articolata pregiudiziale innanzi alla CGUE per capire se la condotta posta in essere da Enel, sfruttando la sua posizione attualmente dominante...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.