POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 10 agosto 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

amministrazione della giustizia | 02 Agosto 2017

Dl Mezzogiorno: l’approvazione definitiva della Camera

La Camera dei Deputati ha approvato ieri, 1° agosto 2017, il decreto legge 20 giugno 2017, n. 91 che dispone interventi urgenti al fine di dare impulso alla crescita dei territori del Mezzogiorno. Il provvedimento attende ora la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. 

 

Dl Mezzogiorno. Nella seduta di ieri, 1° agosto 2017, la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva il decreto legge 20 giugno 2017, n. 91 che dispone interventi urgenti volti a dare impulso alla crescita del Mezzogiorno.
In particolare, il provvedimento interviene sia destinando risorse sia incentivando l’utilizzo di strumenti imprenditoriali già esistenti, prevedendo procedure semplificate e più efficienti per agevolare sia i cittadini che gli investimenti. Sono previsti, oltre l’istituzione zone economiche speciali, anche interventi in favore dei giovani imprenditori del territorio e delle politiche attive del lavoro.
Il decreto contiene, inoltre, delle disposizioni volte a contrastare la dispersione scolastica e la marginalità sociale ma anche a recuperare terreni ed aree in stato di abbandono.
Superato il vaglio prima del Senato e poi della Camera, il provvedimento attende ora la pubblicazione Gazzetta Ufficiale.