POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 22 aprile 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

Informazioni provvisorie | 26 Febbraio 2021

Dalle Sezioni Unite Penali nuove informazioni provvisorie

di La Redazione

Confisca di cui all’art. 240-bis c.p., disposta in fase esecutiva, avente ad oggetto beni riferibili al soggetto condannato e acquisiti alla sua disponibilità fino al momento della pronuncia della condanna per il c.d. reato “spia”, ed obbligo di notificazione dell’ordinanza adottata dal magistrato di sorveglianza sull’istanza di concessione della liberazione anticipata al difensore dell’istante o d’ufficio. Queste le tematiche a cui si riferiscono le informazioni provvisorie depositate dalle Sezioni Unite Penali il 25 febbraio 2021.  

Informazione provvisoria 2/2021. Le Sezioni Unite Penali hanno dato risposta affermativa al quesito riguardante la confisca di cui all’art. 240-bis c.p., disposta in fase esecutiva, avente ad oggetto beni riferibili al soggetto condannato e acquisiti alla sua disponibilità fino al momento della pronuncia della condanna per il c.d. reato “spia”. «Il giudice può disporla, fermo restando il criterio di “ragionevolezza temporale”, in ordine ai beni che sono entrati nella disponibilità del condannato fino al momento della pronuncia della sentenza per il c.d. reato “spia”, salva comunque la possibilità di confisca di beni acquistati anche in epoca posteriore alla sentenza, ma con risorse finanziarie possedute prima».

 

Informazione provvisoria 3/2021. Affermativa è anche la soluzione riguardante il quesito se l’ordinanza adottata dal magistrato di sorveglianza sull’istanza di concessione della liberazione anticipata (art. 69-bis ord. pen.) debba essere notificata anche al difensore dell’istante, e ove ne sia privo al difensore d’ufficio appositamente nominato. Quest’ultimo è soggetto alla disciplina generale in materia di impugnazioni.

 



Qui l’informazione provvisoria delle Sezioni Unite Penali del 25 febbraio 2021, n. 3

Qui l’informazione provvisoria delle Sezioni Unite Penali del 25 febbraio 2021, n. 2