POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 02 marzo 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

Reati societari | 19 Febbraio 2021

Condannati per bancarotta ricorrono in Cassazione per violazione dell’obbligo di rinnovazione della prova dichiarativa

di Annalisa Gasparre - Avvocato e dottore di ricerca

In tema di rinnovazione della prova dichiarativa la S.C. afferma che non sussiste vizio di motivazione nel caso in cui l’overturning si basi su una differente ricostruzione della complessiva piattaforma probatoria nella quale la prova testimoniale ha una valenza marginale, mutando solo le conclusioni logiche che da quella stessa prova sono tratte dai giudici (fattispecie in materia di reati di bancarotta in cui la piattaforma probatoria è prevalentemente di natura documentale).  

(Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza n. 6350/21; depositata il 18 febbraio)

Il caso. I ricorrenti sono stati condannati per una serie di reati di bancarotta e di contestazione di indebita compensazione, integrati da una serie di condotte collegate tra loro e relative al fallimento di una S.p.a.   Le prove. Il...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.