POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 02 marzo 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

ordinamento penitenziario | 24 Novembre 2020

Decreto ‘antiscarcerazioni’: per la Consulta rispettati gli standard di tutela del diritto di salute e di difesa del detenuto

di Carmelo Minnella - Avvocato penalista

Non sono fondate le questioni di legittimità costituzionale degli artt. 2 e 5 del decreto legge 10 maggio 2020, n. 29, così come trasfusi nell’art. 2-bis del decreto-legge 30 aprile 2020, n. 28, convertito, con modificazioni, nella legge 25 giugno 2020, n. 70, sollevate con riferimento alla ritenuta violazione del diritto di difesa, di quello di salute del detenuto e delle parità delle armi tra accusa e difesa, oltre che della separazione dei poteri.  

(Corte Costituzionale, sentenza n. 245, depositata il 24 novembre)

Sembra chiudersi l’annosa quaestio sulla costante rivalutazione delle scarcerazioni (con conseguente differimento della pena o sottoposizione della detenzione domiciliare umanitaria o in surroga) di alcune categorie di detenuti ritenuti particolarmente...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.