POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 22 ottobre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

giustizia penale | 29 Settembre 2020

CGUE: avviata ufficialmente la Procura europea

di La Redazione

Composta da ben 22 componenti, uno per ogni Stato partecipante, il 28 settembre 2020 si è insediata ufficialmente la Procura europea, organismo indipendente dell’Unione europea con compiti di indagine e di perseguimento di reati lesivi degli interessi finanziari europei.  

È con il comunicato stampa n. 118 del 28 settembre 2020 che la Corte di Giustizia dell’Unione europea annuncia l’avvio ufficiale delle attività della Procura europea, all’esito di una seduta solenne dove la procuratrice capo, Laura Kövesi, ed i procuratori europei hanno assunto l’impegno di rispettare gli obblighi derivanti dal loro incarico prestando apposito giuramento.

Inizialmente prevista dal Trattato di Lisbona del 2007, la Procura europea è stata istituita da un Regolamento UE del 2017 e nasce ufficialmente con l’accordo comune firmato il 16 ottobre 2019, con cui Parlamento europeo e Consiglio dell’Unione europea hanno nominato la prima procuratrice capo europea, mentre, il successivo 27 luglio 2020, sono stati nominati i primi procuratori europei.

Tale organismo indipendente dell’Unione europea ha il compito di indagare, perseguire e portare in giudizio i reati lesivi degli interessi finanziari dell’Unione, svolgendo le funzioni di pubblico ministero di fronte alle Autorità giurisdizionali competenti degli Stati membri.

La Procura europea ha sede a Lussemburgo ed attualmente gli Stati partecipanti sono 22, tra cui anche l’Italia con Danilo Ceccarelli, il quale si insedia come componente della Procura europea dopo aver svolto la funzione di sostituto procuratore a Savona, Imperia e Milano.

L’EPPO (European Public Prosecutor’s Office) sarà operativa al termine del 2020 ed i suoi 22 componenti avranno un mandato di 6 anni non rinnovabile.