POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 06 aprile 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

misure cautelari | 24 Febbraio 2020

Contestazione a catena e misura cautelare. A volte ritornano

di Claudio Bossi - Avvocato penalista, Senior partner dello Studio legale Associato B.B.D.

Per la ricorrenza della contestazione a catena tra fatti di reato tra i quali sussiste connessione occorrono due presupposti costituiti dall’anteriorità dei fatti di reato giudicati dalla seconda delle due ordinanze di custodia cautelare e dalla desumibilità degli atti posti a fondamento dello stesso provvedimento restrittivo al momento dell’emissione della pregressa misura custodiale.  

(Corte di Cassazione, sez. I Penale, sentenza n. 6936/20; depositata il 21 febbraio)

La retrodatazione della misura custodiale non vale per la fase del dibattimento, nella quale il termine decorre dal decreto di citazione a giudizio, ed ove non è prevista la possibilità di una retrodatazione del secondo decreto di citazione...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.