POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 09 luglio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

question time | 12 Dicembre 2019

Prescrizione, il question time di Bonafede

di La Redazione

Il Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, risponde alle interrogazioni della Camera, in particolar modo sulla questione della riforma della prescrizione, chiarendo che gli effetti dello “stop” di essa, si produrranno non nell’immediato ma «realisticamente tra alcuni anni».  

Prescrizione. Durante il question time alla Camera dei Deputati, il Guardasigilli, interrogato sulla questione inerente la riforma della prescrizione ha sottolineato che «gli effetti dello stop alla prescrizione si produrranno realisticamente tra alcuni anni. C’è tutto il tempo per portare a regime la riforma del processo penale e gli investimenti già partiti così da creare un sistema giustizia più efficiente e rapido».

 

Investimenti nella giustizia. Ha poi ribadito che è stato firmato il provvedimento di scorrimento per 489 posti della graduatoria del concorso di assistente giudiziario, la cui assunzione avverrà il 17, 18 e 19 dicembre presso la Corte d’Appello di Roma.

 

Tutela dei minori. Rispondendo, poi, alla domanda in materia di tutela dei minori, il Ministro ha spiegato che «l’attività finora svolta dalla Squadra Speciale di Giustizia per la protezione dei minori ha consentito di acquisire dati mai prima rilevati e ciò costituisce uno straordinario passo in avanti nella conoscenza del fenomeno collegato all’allontanamento del minore dal suo ambiente familiare. Negli ultimi 18 mesi sono 12.338 i minori in condizioni di disagio allontanati dalle loro famiglie e collocati in ‘ambiente terzo». Sul tema dell’affidamento dei minori, infine, ha sottolineato che la tutela del minore e del suo interesse a vivere e crescere in un ambiente familiare sereno è fondamentale; «all’esito del monitoraggio sulle prime applicazioni del ‘Codice rosso’, si potrà procedere a valutare ulteriori interventi normativi per colmare eventuali vuoti di tutela per i soggetti vulnerabili».