POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 18 settembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

accesso abusivo a sistema informatico | 18 Giugno 2019

Frode informatica e accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico

di Laura Piras - Avvocato

Il delitto di accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico risulta integrato dalla condotta di colui che – pur essendo abilitato – acceda o si mantenga in un sistema informatico protetto, violando le disposizioni ed i limiti risultanti dal complesso delle prescrizioni impartite dal titolare del sistema per delimitarne oggettivamente l’accesso. Tale fattispecie non si confonde o sovrappone a quella di frode informatica, tutelando, le due figure, beni giuridici differenti.  

(Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 26604/19; depositata il 17 giugno)

Il caso. Gli imputati venivano condannati, in primo grado, per i reati di cui agli artt. 615-ter e 640-ter c.p. ed, in secondo grado, anche per il reato di cui all’art. 617-quater c.p., per avere fatto accesso, illecitamente, al sistema informatico...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.