POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 20 novembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

responsabilità medica | 06 Giugno 2019

L’accertamento del nesso di causalità tra il comportamento omissivo del medico e la morte del paziente non può prescindere dal c.d. giudizio controfattuale

di Serena Gentile - Avvocato penalista

In tema di responsabilità omissiva del medico, la valutazione del giudicante non può prescindere dal c.d. giudizio controfattuale, cioè l’operazione intellettuale mediante cui, pensando assente una determinata condizione, ci si chiede se si sarebbe verificata la medesima conseguenza. Dunque, ai fini dell’accertamento della sussistenza del nesso di causalità, è indispensabile accertare il momento iniziale e la successiva evoluzione della malattia del paziente, onde verificare se, ipotizzandosi come realizzatasi la condotta dovuta dal sanitario, l’evento lesivo sarebbe stato evitato o differito.  

(Corte di Cassazione, sez. IV Penale, sentenza n. 24922/19; depositata il 5 giugno)

I Giudici della Quarta Sezione Penale della Corte di Cassazione con la sentenza n.24922/2019, depositata il 5 giugno u.s., si pronunciano in tema di responsabilità medica, dedicando precipua attenzione all’aspetto del nesso di causalità...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.