POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 12 dicembre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

delitti contro la famiglia | 11 Ottobre 2018

L’insegnante che maltratta l’alunno risponde di abuso dei mezzi di correzione anche solo ove si paventi il pericolo per la salute del medesimo

di Serena Gentile - Avvocato penalista

Integra il reato di cui all’art. 571 c.p. il comportamento dell’insegnante che umili, svaluti, denigri o violenti psicologicamente un alunno, causandogli pericoli per la salute, che non debbono necessariamente concretizzarsi, atteso che, in ambito scolastico, il potere educativo o disciplinare deve sempre essere esercitato con mezzi consentiti e proporzionati alla gravità del comportamento deviante del minore, senza superare i limiti previsti dall’ordinamento o consistere in trattamenti afflittivi della personalità.

(Corte di Cassazione, sez. VI Penale, sentenza n. 45736/18; depositata il 10 ottobre)

I Giudici della Sesta Sezione Penale della Corte di Cassazione, con la sentenza n.45736/2018 depositata il 10 ottobre, si pronunciano in tema di reati commessi in ambito educativo, con particolare attenzione ai profili di configurabilità del...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.