POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 15 novembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

reati tributari | 15 Marzo 2018

Omesso versamento IVA, ne bis in idem nella giurisprudenza della Corte EDU e sue ricadute nell’ordinamento italiano

di Carmelo Minnella - Avvocato penalista

L’avvocato Carmelo Minnella, con lo Speciale in materia di omesso versamento IVA, ha affrontato sia la questione del ne bis in idem - partendo dalla sentenza Grande Stevens - che quella inerente la legittimità costituzionale dell’art. 649 c.p.p..

Lo Speciale è composto, oltre l’articolo introduttivo, da altri 6 articoli di approfondimento:
- La sentenza n. 49/2015 della Corte costituzionale e la sua successiva giurisprudenza;
- Grende Stevens e giurisprudenza “consolidata” della Corte EDU;
- Il rinvio pregiudiziale del doppio binario punitivo tributario alla Corte di Giustizia UE;
- La questione di legittimità costituzionale dell’art. 649 c.p.p. e la sentenza n. 43/2018;
- Il revirement della Corte EDU sul ne bis in idem e la restituzione degli atti al giudice a quo;
- Scenari futuri.

Buona lettura!